CAMPIONATO 1973 - 1974
SERIE 2° CATEGORIA
GIRONE A

E’ il primo campionato di 2^ Categoria al quale la Fidelis partecipa, ripescata grazie al secondo posto conseguito nell’anno precedente. La squadra viene rinforzata non poco, grazie soprattutto al fiuto di Ciccillo Memeo che si rivela incomparabile nella scoperta dei talenti cittadini. Si aggregano agli organici Abruzzese S., Bruno, Vista, Allegrezza, Memeo D., Gentile, Memeo M., Reggente, Magrone, Zagaria P. che insieme agli altri giocatori ripagano la fiducia con impegno e dedizione. La Fidelis alla guida del duo Mansi – Memeo consegue un buon 9° posto in un campionato di 14 squadre. Miglior realizzatore della compagine si conferma Lasciarrea con 5 gol.

Leggi di più

Intanto la sede sociale si è trasferita in via Cavour 32 ove l’8/6/1974 si tiene l’assemblea ordinaria dei soci che i verbali fanno intuire essere stata abbastanza sofferta. Nel mentre il cassiere si scusa per non aver avuto il tempo di predisporre il rendiconto finanziario, si discute dei programmi della stagione successiva. Si coglie fra le righe il desiderio dell’assemblea di una partecipazione che punti ai primi posti in classifica, magari ricorrendo “ all’acquisto di elementi da altre società”. Ciò induce il presidente ad indicare i 4.000.000 di lire la somma necessaria per attrezzare una squadra competitiva, con la precisazione che la spesa “ deve essere affrontata da tutti i soci in base ad una volontaria contribuzione”.

Immaginiamo il clima che si crea nella riunione: ognuno in attesa che l’altro manifesti la disponibilità a partecipare e la quantifichi. C’e’ di fatto che “ poiché fra tutti i presenti non è stato possibile reperire i fondi sino al raggiungimento della somma preventivata di 4.000.000 di lire l’assemblea all’unanimità dà mandato al presidente di aggiornare…” .

Nella successiva assemblea del 31/8/1974 viene approvato il consuntivo, eletto il nuovo direttivo e quantificata in 3.000.000 di lire la spesa necessaria per la partecipazione al prossimo campionato di 2° categoria “ che i soci attuali e eventualmente futuri reperiranno come riterranno opportuno”.

Insomma una realistica posizione di attesa e speranza.

Segue il direttivo del 4/9/1974 durante la quale viene confermato presidente Nicola Lopetuso mentre Franco Pollice assume le funzioni di direttore tecnico; il già direttore tecnico Eligio Mansi diventa segretario. Ciccilo Memeo, che negli scorsi campionati ha ricoperto la funzione di allenatore o direttore tecnico, si dimette da consigliere. La motivazione è probabilmente da ricondurre alla “nomina dell’allenatore nella persona di Iori Francesco il quale potrà avvalersi della collaborazione di qualsiasi persona che vorra”.

Il consiglio si occupa anche della “ richiesta del giocatore Maselli che desidera essere ceduto: il consiglio unanimemente è d’accordo a condizione che il giocatore non si vincoli con la concittadina Autodemolizione”.

Affiora evidente la rivalità con le altre squadre dilettantistiche cittadine.

L’antagonismo stracittadino, che nell’immaginario collettivo conduce a Juventus vs Torino, Milan vs Inter, Lazio vs Roma, affiora anche nella comunità andriese.

Erano anni quelli nei quali partecipavano ai campionati dilettantistici sue quadre. L’Autodemolizione per l’appunto, più nota come “U’ Sfasc” nel dialetto andriese, promossa dal titolare di un azienda di autodemolizione che aveva sede su via Barletta, e “ La Tota “, squadra che ruotava intorno ad un bar, il bar Tota di via Ferrucci il cui titolare, Tonino Tota, aveva organizzato la squadra.

CLASSIFICA

PROMOSSA AL CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA: MAFFEI FOGGIA.

SPAREGGIO PER 1° POSTO. C. N. TRINITAPOLI 12/05/1974:

MAFFEI FOGGIA – VITTORIA CERIGNOLA 2-0

RETROCESSE AL CAMPIONATO DI TERZA CATEGORIA: MINERVINO, C.S. ALTAMURA, SAN MATTEO CERIGNOLA.