CAMPIONATO 1974 - 1975
SERIE 2° CATEGORIA
GIRONE A

La stagione calcistica presenta diverse importati novità.

Per la prima volta la squadra è guidata da un tecnico che non sia nel duo Mansi – Memeo. La squadra è affidata Giancarlo Jori, bravissimo giocatore del calcio andriese degli anni sessanta. Un gigante di uomo, dal naso adunco, di professione infermiere, che oltre che aver onorato la maglia dell’a.s. Andria da lui indossata, era il mito locale dei ragazzini dell’epoca che nei campi degli oratori parrocchiali, per strada o nelle piazzette sognavano di emularlo.

Leggi di più

Per la prima volta si giocherà un derby cittadino. Al campionato di 2° categoria è ammessa anche l’Autodemolizione, “ U’ Sfasc”, che non poco alimenterà le discussioni e le rivalità fra le opposte tifoserie.

A questo si aggiunga che vengono acquistati due giocatori non andriesi come Leonino e Rizzi, mentre altri ragazzi come Di Schiena e Selvarolo vengono ingaggiati scavando negli oratori cittadini.

La mano di Jori, in uno con il rafforzamento della squadra, non manca di produrre i suoi effetti: la Fidelis guadagna la 4^ posizione in un campionato molto prolifico di reti. Lasciarrea segna 19 reti.

Punti di forza della formazione sono Abruzzese S., Allegrezza, Lasciarrea, Losito V. con 25 presenze ciascuno, Memeo F., Rizzi D., con 24 presenze.

Per la prima volta la società si iscriverà “ al campionato locale Allievi e Juniores (quest’ultimo a condizione che il campionato non sia antieconomico data la possibile lunga distanza delle squadre partecipanti”.

Il direttivo del 31/8/1975 dopo aver confermato Nicola Lopetuso alla carica di Presidente decide di “nominare il sig. Mansi Eligio tecnico allenatore della 1^ squadra, che si avvarrà della consulenza e collaborazione del rag. Costanzo Cavaliere”. Ritorna quindi alla guida della squadra Eligio Mansi, allenatore della prima ora. Il sodalizio tecnico Mansi Memeo sembra essersi infranto; la società chiederà la iscrizione al campionato di 1^ categoria. Gli allenamenti si svolgeranno “ presso il campo della SS. Trinità, concesso dalla A.S. La Tota, stante la notoria indisponibilità dello stadio di Andria”. Evidentemente i rapporti con l’A.S. La Tota sono buoni, quali quelli che possono intercorrere con una società ritenuta “ minore”.

CLASSIFICA

PROMOSSA AL CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA: PALESE

RETROCESSA AL CAMPIONATO DI TERZA CATEGORIA: CILETTI FOGGIA