CAMPIONATO 1979 - 1980
SERIE 1° CATEGORIA
GIRONE A

Il 6 di marzo del 1979, presso la nuova sede sociale in piazza Vittorio Emanuele 42, si riunisce l’assemblea dei soci che vara il nuovo stato mentre, nel frattempo, la domanda di ripescaggio indirizzata al Comitato Pugliese della FIGC viene accolta. La Fidelis disputa il campionato di 1 categoria.

La mano del nuovo presidente comincia a farsi sentire.

Leggi di più

Si diradano le riunioni delle assemblee dei soci, come anche del direttivi.

Consultazioni e decisioni venivano assunte molto più sbrigativamente presso il caseificio del presidente durante vivaci riunioni che, comunque, avevano in Raffaele Asseliti il punto di decisione finale.

Il campionato, le cui cronache cominciano ad avere più spazio sulla Gazzetta del Mezzogiorno e sono curate dal corrispondente Gennaro Bozza, vede una squadra che sin dall’inizio muove verso l’obiettivo del primato.

Ed in effetti questo accade. La Fidelis è prima in classifica con 45 punti ed è promossa al campionato di promozione.

Gli allenatori che si sono avvicendati sulla panchina sono Favia e Mavelli, il miglior marcatore è Fiotta con 15 reti il quale gioca in tutte le partite del campionato. Insieme a lui le maggiori presenze sono di Mavelli, Rizzi, Aroldi e dell’andriese Fortunato.

Insomma la gestione Asseliti nasce sotto una buona stella. Nel corso di una intervista rilasciata a Mario Schiralli, inviato della Gazzetta in occasione della penultima partita peraltro non disputata per l’assenza della squadra avversaria, il Presidente ricordò che aveva promesso che entro due anni avrebbe portato la squadra in serie D. Il primo era passato. Ed era già impegnato a costruire la squadra dell’anno successivo avendo già contattato l’allenatore Savino Parente di Barletta. Si diceva sicuro che con l’innesto di quattro, cinque nuovi elementi si poteva vincere anche il successivo campionato. Di bello c’era la convinzione di essere un talent-scout avendo già sperimentato tale qualità con gli acquisti fatti in preparazione del campionato appena concluso.

Insomma il presidente Asseliti era ormai nella parte, contagiato dal clima e dall’euforia del momento ma anche consapevole si essere il vero pilastro della squadra: erano le sue finanze a sostenere gli oneri dell’avventura calcistica.

CLASSIFICA

PROMOSSA AL CAMPIONATO DI PROMOZIONE: FIDELIS ANDRIA.

RETROCEDONO AL CAMPIONATO DI SECONDA CATEGORIA: S. MARCO IN LAMIS, APRICENA.