CAMPIONATO 1981 - 1982
CAMPIONATO INTERREGIONALE

Grazie al ripescaggio la Fidelis è ammessa al campionato Interregionale, la vecchia serie D.
Il presidente Asseliti ha mantenuto le sue promessa. In due anni è riuscito a portare la squadra in serie D, lo stesso campionato dal quale la vecchia società dell’Andria era stata radiata per le squallide vicende verificatesi nel corso della partita con il Potenza e che segnarono il nuovo corso della Fidelis nel calcio cittadino.

Leggi di più

Per la prima volta la società partecipa ad un campionato che comprende squadre di diverse regioni.
Le difficoltà tecniche, oltre che logistiche, sono notevoli. La società si pone realisticamente l’obiettivo della salvezza.
Nuovo corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno è Deodato Morgigni, che ha sostituito Gennaro Bozza diventato corrispondente della gazzetta dello Sport.
Il cambio di passo nello stile è molto evidente: ai toni secchi, tecnicamente puntuali e sferzanti, di Bozza si sostituisce la scrittura dolce ed enfatica della mano di un insegnante di altri tempi, quella del buon Deodato.
Il campionato va avanti con difficoltà tanto che alla nona giornata l’allenatore Cosmano viene sostituto da Campari.
Gli esiti sono miglior del previsto: la Fidelis consegue l’ottavo posto in classifica.
Muserra è il giocatore con il maggior numero di presenze.
Il miglior marcatore è Francavilla con 4 reti.

CLASSIFICA

PROMOSSA AL CAMPIONATO DI SERIE C/2: GIOVENTU’ BRINDISI.

RETROCEDONO AL CAMPIONATO DI PROMOZIONE: AVIGLIANO, MELFI, LAVELLO.

* LUCERA 1 PUNTO DI PENALIZZAZIONE.